“Primo non nuocere”

0

Leggevo qualche tempo fa un libro scritto da neurochirurgo inglese, che, alla luce della sua quarantennale esperienza, racconta in quelle pagine le tante "battaglie" condotte accanto ai pazienti. Battaglie costellate di vittorie e di successi, ma anche di sconfitte, errori e fallimenti. In questo libro, dal titolo "Primo non nuocere", traspare ...

La salute disuguale

0

È iniziata oggi la 12a edizione del Festival dell’Economia di Trento. “E quindi?” dirà qualcuno di voi… E quindi… trovo il tema di quest’anno di estremo interesse: “La salute disuguale”. Il concetto di fondo è che investire in salute, in particolar modo nella prevenzione, riducendo le disparità nell’accesso alle cure mediche ...

Tempo della comunicazione e tempo di cura

0

E' scritto anche nel Codice di Deontologia Medica e credo possa essere interessante ricordarlo...: "La relazione tra medico e paziente è costituita sulla libertà di scelta e sull'individuazione e condivisione delle rispettive autonomie e responsabilità. Il medico nella relazione persegue l’alleanza di cura fondata sulla reciproca fiducia e sul mutuo rispetto dei ...

“Parole di medici, parole di pazienti”

0

A diversi livelli si muove la comunicazione umana nei rapporti interpersonali; i due maggiormente distintivi sono il piano del contenuto, veicolato normalmente attraverso codici simbolici, e il piano della relazione, associato invece a messaggi generati di solito attraverso la gestualità corporea, la comunicazione non verbale, le emozioni. Fatta questa semplice premessa, ...

Comunicare la salute nel tempo della “modernità liquida”

0

I cambiamenti sociali avvenuti negli ultimi decenni e il ruolo chiave assunto dai media e dalla tecnologia hanno profondamente influito sulle modalità di informazione/comunicazione delle tematiche riguardanti la salute. Il web ha reso accessibili una grande quantità di informazioni, rendendo gli utenti sempre più consapevoli, grazie alla possibilità di confronto ...

“Cosa sognano i pesci rossi”

0

Un giorno, un amico indimenticabile, un medico, mi regalò un "libriccino tragico e meraviglioso": così lui lo definì. Vite di medici e di pazienti che si incrociano, dove nella relazione di cura si mescolano intrecci di formalità e autorevolezza professionale, di compassione, di cinismo, di distacco, di emotività intensa, di angoscia, ...

Perché questo blog

1

Che cosa vorrei che fosse fatto a me se mi trovassi nelle medesime condizioni in cui si trova il paziente di cui mi sto prendendo cura? Il rapporto medico-paziente è basato sulla fiducia, sulla comunicazione, sulla comprensione delle esigenze, delle paure, dei dubbi, delle preoccupazioni del paziente; il che va dalle competenze nel risolvere problemi medico-clinici al ...